5 motivi per trasferirsi a Istanbul

istanbul turchiaParecchi giovani e meno giovani sono in fuga dal Vecchio Continente. Complice una situazione economica difficile in molti guardano a est per trovare una nuova America.

La Cina non è per niente vicina e le tigri dell’Asia centrale non sembrano granché ospitali per chi è abituato a vivere nel Bel Paese. Rimane la Turchia, e in particolare Istanbul, città che oltre al suo indiscutibile fascino da qualche anno offre anche lavoro e benessere.

Non è una decisione da prendere a cuor leggero, anche se in molti hanno già battuto la strada e nel caso in cui decideste di trasferirvi trovereste una folta comunità italiana, pronta ad aiutarsi molto di più di quanto si faccia nel paese di origine.

Oggi voglio mettere insieme i 5 migliori motivi per trasferirsi a Istanbul, nella speranza di mettere a tacere qualche paura ingiustificata ed aiutarti a prendere una decisione che potrebbe davvero cambiare la tua vita in meglio.

5. I turchi amano gli italiani

Come ogni generalizzazione sicuramente non vale sempre. Nella stragrande maggioranza dei casi però i turchi vi ameranno. Gli italiani sono simbolo del vivere bene, di una certa attenzione alle arti e alla cultura,  e soprattutto vengono da un paese che, almeno per la dolce vita, è un po’ preso ad esempio dalla Turchia.

Essere italiani a Istanbul è sicuramente cool. Non aspettatevi di essere trattati come gli stranieri vengono trattati spesso in Italia.

4. Il rispetto per le competenze

La Turchia e Istanbul in particolare stanno vivendo un momento di forte crescita economica. C’è un grande rispetto per i talenti e per le competenze, di qualunque tipo siano. Sai fare la pizza come nessun altro? Sei un ottimo insegnante? Sei un ottimo traduttore?  Il mercato del lavoro turco ti accoglierà a braccia aperte. 

Se sei in cerca di un mercato del lavoro leggermente più meritocratico, facci un pensierino.

3. Una città che ha un futuro

Il paragone con le stanche capitali e metropoli europee è abbastanza impietoso. Certo, Istanbul ha ancora tanta strada da recuperare, ma lo slancio che si respira in questa grande metropoli punta ad una metropoli che in 10-15 anni sarà in grado di giocarsela con Londra e Parigi.

Grandi progetti ovunque, trasporti che migliorano giorno per giorno, grandi piani di investimenti per far fare il salto di qualità a questa grande città decaduta.

2. Vivere nella storia

Camminare per Istanbul, scoprirne i suoi quartieri meno famosi, conoscere le storie più assurde della capitale di 2 imperi non ha prezzo e non ha rivali.

Se prima ho parlato del futuro, un piccolo omaggio va fatto anche alla storia di Istanbul. C’è qualcosa da scoprire in ogni angolo della città vecchia, e ci sono storie e testimonianze ad aspettarti ogni volta che vorrai concederti una passeggiata nei quartieri storici della città.

1. C’è lavoro

Lascia perdere le statistiche sulla disoccupazione. Per chi è qualificato, o meglio, per chi sa fare qualcosa Istanbul è un mare di opportunità. La lingua non sempre sarà un ostacolo, e comunque in pochi mesi lo parlerai bene abbastanza da farti lavorare.

Articoli che ci piacciono

Loading...

3 commenti

  1. Troppo positivo.

  2. Caro Michele, rispondo con cortesia al tuo commento.

    All’inizio, leggendo questo articolo, credevo anche io fosse un po’ troppo positivo ma ti dico una cosa, la mia compagna è di Istanbul e a breve andrò a vivere là anche io e conosco diverse persone italiane che vivono là e ti posso dire che noi italiani veniamo trattati bene e hanno molto rispetto e stima di noi (forse proprio per la nostra cultura e per lo stile di vita elegante e raffinato che conduciamo nel nostro Bel Paese che è stato di esempio a molte altre nazioni Turchia inclusa a quanto si legge anche qui sopra) e tutti hanno trovato in maniera abbastanza veloce un buon impiego parlando in termini generali, sto aspettando di trasferirmi a settembre e ci sono delle persone che aspettano di farmi fare dei colloqui per lavoro. Credo che a livello di possibilità e di rispetto per il prossimo noi Italiani abbiamo molto da imparare dai turchi, forse per il fatto che noi, considerando il nostro paese come il più bello del mondo per la cultura, l’arte, il cibo, eccetera, quando vediamo degli immigrati entrare nel nostro paese li trattiamo un po’ con insufficienza e superficialità perchè pensiamo arrivino da posti magari più arretrati o meno eleganti e avanzati come il nostro e quando magari non è così (anche se in questo momento tra la crisi, la mafia, la corruzione e i politici, che nella mia non modesta opinione non fatico a definire “Ladri legalizzati dallo Stato”, forse saremmo noi ad avere bisogno di aiuto e ad essere trattati con insufficienza e superficialità visto come ci sta facendo vedere al mondo il nostro Sistema)

  3. Beh come ti stai trovando? Hai trovato lavoro?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Inturchia.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons