Albicocche, fichi e datteri secchi: il grande tesoro della Turchia

albicocche turchiaQuando parliamo di frutta secca con i turchi non possiamo che sederci in un angolo ed ascoltare.

Ne sanno davvero tanto, e quello che producono nell’Egeo è qualcosa che noi europei non potremmo neanche immaginare.

Ma niente paura, un biglietto per Istanbul costa davvero poco, e per assaggiare queste prelibatezze ne varrebbe sicuramente la pena.

Dove trovarli

Cercando un po’ nei bazar o nei migliori negozi di alimenti secchi (si chiamano ******** in turco, e ne incontrerete uno ogni pochi metri) potrete scegliere a occhio la frutta secca che più stuzzica la vostra golosità.

Ce n’è per tutti i tipi e per tutti i gusti: fichi, albicocche, datteri, ripieni, combinazioni incredibili da far esplodere di gusto le nostre papille. Le possibilità sono praticamente infinite, e tutto sta al vostro senso del gusto (e al vostro portafogli).

Le albicocche secche

Partiamo con le albicocche, dato che nel nostro paese non sono molto comuni, anche se negli ultimi anni quintali e quintali di splendide albicocche secche partono dai porti dell’Anatolia per raggiungere le coste italiane, dove vengono comprate a 4-5 volte il prezzo da ignari italiani che comunque, nonostante i prezzi vertiginosi, non riescono più a farne a meno.

Le albicocche secche sono dolci ma non troppo, con una consistenza importante ma che permette comunque di masticarle senza problema. Leggermente gommose forse, soprattutto se paragonate ai più burrosi datteri.

Ne esistono di due tipi. Uno più chiaro, che viene trattato per restituirgli il colore arancione che altrimenti perde durante il processo di essiccazione. Il secondo tipo invece ha frutti molto scuri, quasi neri, è più naturale ed ha un sapore leggermente più intenso. Da provare entrambi per scegliere quali dei due portare in Italia.

I fichi secchi

La maestria dei turchi nel maneggiare frutti da essiccare è tutta qui, nei fichi. I fichi, che in genere provengono dall’Egeo, sono una prelibatezza assoluta, e sono mille miglia lontani da quelle porcherie secchissime che ci rifilano in Italia a Natale.

Un fico secco turco come si deve è invece dolce ma non troppo, e si presenta con una consistenza mai dura, ma densa e burrosa. Sono forse il prodotto più apprezzato da locali e stranieri, che ne fanno incetta anche grazie a prezzi decisamente abbordabili.

I datteri

La Turchia non produce direttamente datteri, ma per vicinanza geografica e importanza economica rappresenta comunque un crocevia fondamentale per lo smistamento di questo prodotto. Questo si traduce in una vastissima scelta, che potrete trovare non solo nelle grandi catene del cibo essiccato, ma anche da qualche piccolo negozio molto specializzato.

I prezzi sono quelli che sono, soprattutto se abbiamo messo gli occhi sui pregiatissimi Medina. Anche qui vale quanto detto in precedenza, se volete mangiare datteri che in Italia trovereste con molta difficoltà (e con esborsi di denaro ben più importanti) fate un salto in uno qualunque dei molti negozi di frutta secca. Tornerete qui in estasi e ci ringrazierete, già lo sappiamo.

Articoli che ci piacciono

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Inturchia.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons