Attentato Aeroporto Istanbul: annullare il biglietto?

turchia attentatiLa Turchia è stata letteralmente martoriata dagli attentati nel corso del 2016. Si sono susseguiti attacchi contro i civili al ritmo di uno al mese, con gli ultimi di Istanbul che hanno colpito proprio le aree del paese a più alto tasso di turismo.

È più che lecito chiedersi, soprattutto alla luce dell’ultimo attentato che ha colpito l’aeroporto di Istanbul Ataturk, il più trafficato del paese causando nel momento in cui vi scriviamo più di 40 morti, se sia il caso di annullare i biglietti per la Turchia oppure no.

Una situazione non tranquilla

La situazione non può essere definita tranquilla. Gli attentati, anche nelle zone turistiche, si sono susseguiti al ritmo di uno al mese e non sembra che abbiano alcuna intenzione di fermarsi. Nonostante quelle che sono le misure di sicurezza straordinarie messe in opera dal governo turco, la situazione è ben lungi dal tornare alla normalità.

Una situazione fuori controllo

La situazione, in aggiunta, sembra essere decisamente fuori controllo, con le autorità turche che non sanno letteralmente che pesci prendere. Nella nottata del 28 Giugno a poco sembrano essere serviti quelli che sono i rinforzi ai sistemi di sicurezza per l’aeroporto Ataturk, uno degli obiettivi più sensibili di tutto il paese.

Per il momento, meglio temporeggiare

Per il momento è sicuramente meglio temporeggiare, dato che la situazione del Paese sembra adatta a tutto fuorché ad una tranquilla gita o vacanza. Non appena la situazione si normalizzerà, potremo tornare a pensare di visitare questo straordinario paese, purtroppo ingiustamente caduto vittima di atroci e crudeli attentati principalmente a danno dei civili. Le zone turistiche di Bodrum e di Antalya sembrano essere, almeno per il momento, completamente prive di rischi e non sembra che abbiano attirato l’attenzione dell’ISIS e del PKK.

Tuttavia, così stando le cose, non ci sentiamo di consigliare un viaggio di piacere almeno fino a quando la situazione non si sarà completamente calmata.

Per gli aggiornamenti vi invitiamo a seguire il nostro sito e, inoltre, il sito della Farnesina Viaggiare Sicuri che continua a dare aggiornamenti sulla situazione del paese.

Articoli che ci piacciono

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Inturchia.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons