È difficile imparare il turco?

lingua turca difficoltàIl turco è, nella variante anatolica e di Istanbul, la lingua ufficiale della Repubblica Turca. Si tratta di una lingua importante, che viene parlata come madrelingua da più di 100 milioni di persone, e che per il nostro paese ha un valore commerciale sempre crescente. 

Se avete deciso di imparare il turco per lavoro, per amore o semplicemente per noia, abbiamo preparato per voi una piccola guida alle difficoltà più comuni che si incontrano studiando una lingua che è sicuramente più facile di quanto sembri.

Una grammatica molto regolare

Come tutto il gruppo delle lingue turche, anche il turco che si parla oggi in Turchia è una lingua estremamente regolare, che conta pochissime eccezioni e che ha una grammatica piuttosto lineare. Per questo motivo è stato proprio il turco la base grammaticale per lingue artificiali come l’esperanto. In altre parole sarete in grado di imparare la grammatica molto rapidamente.

Foneticamente possibile

Il turco è una lingua foneticamente non difficilissima. Ci sono giusto una manciata di suoni che non sono presenti nella nostra lingua, ma che possono essere appresi senza grosse difficoltà. Il sistema vocalico è altrettanto semplice e non presenta in genere grosse problematiche. L’H potrebbe essere un problema, dato che gli italiani hanno difficoltà non solo a pronunciarla, ma anche a registrarla durante l’ascolto.

Lingua agglutinante

Il turco è una lingua agglutinante: questo vuol dire che non ci sono le preposizioni come in Italiano per indicare la funzione di un nome (di a da e così via), ma vengono aggiunte desinenze alla fine della parola. Si tratta di un sistema profondamente diverso da quello dell’italiano e dell’inglese, ma che può essere imparato senza troppi problemi.

Ordine inverso rispetto all’italiano

Il turco è interessante anche per l’ordine delle frasi: se in italiano in genere abbiamo un ordine di reggente-retta, in turco è il contrario, e la frase principale viene quasi sempre, fatte salve rarissime eccezioni, scritta alla fine. Lo stesso vale per il verbo all’interno della frase, che in genere occupa l’ultima posizione. 

Il problema più grande: il dizionario

Il turco è una lingua che nei secoli ha ricevuto prestiti dall’arabo, dal persiano, dal francese, dall’italiano e dall’inglese. Questo rende il lessico utilizzato da una persona media piuttosto disomogeneo e difficile da imparare per chi non conosca bene l’arabo o il persiano. Al contrario di quanto avviene quando impariamo una lingua indoeuropea, non avremo poi molte parole che si assomigliano a quelle che utilizziamo nella nostra lingua. 

 

Articoli che ci piacciono

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Inturchia.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons