È pericoloso guidare in Turchia?

macchina istanbulPaese che vai, usanze che trovi, soprattutto al volante. Tra i turisti inglesi e olandesi, che da sempre visitano la Turchia anche per lunghi periodi, gli automobilisti turchi non hanno proprio una gran reputazione. 

Ma come si pone lo stile di guida alla turca nei confronti di chi, come noi italiani, non è esattamente un campione della guida sicura?

Vediamo di darci una risposta insieme, per capire se è davvero pericoloso guidare in Turchia.

Un uso disinvolto di frecce e segnali di stop

Quello che salterà immediatamente agli occhi di chi arriva al volante a Istanbul è l’uso particolarmente disinvolto che i turchi fanno della segnaletica delle auto. Le frecce sono un optional e le quattro frecce vengono attivate in genere soltanto quando si parcheggia, e non per segnalare un’interruzione improvvisa o un pericoloso.

Questo uso un po’ leggero della segnaletica rende guidare in Turchia, e soprattutto nelle grandi città, particolarmente stressante, e pericoloso aggiungiamo noi, dato che almeno dati alla mano la Turchia è di gran lunga più pericolosa di ogni paese europeo.

Poco rispetto per i pedoni

Non aspettatevi di passare sulle strisce pedonali come se foste i padroni della strada. In alcune zone del paese il pedone dovrà sempre cedere la precedenza al veicolo a 4 ruote, che difficilmente deciderà di fermarsi in sicurezza vedendo il pedone che prova ad attraversare.

Lo stesso vale per i marciapiedi, che in genere sono utilizzati da chi fa le consegne a domicilio in motorino, e le piste ciclabili, dove non di rado assisterete a scorribande di Vespe e di motorini che consegnano la pizza.

Un vero incubo?

No, non un incubo, ma sicuramente non una situazione ottimale nella quale guidare, soprattutto nei periodi di festa, quando il grosso dei turchi si mette al volante e prova a riguadagnare la via del paese di origine, con strade intasate e un altissimo tasso di incidenti.

Articoli che ci piacciono

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Inturchia.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons