Perché le tue prossime vacanze devi farle in Turchia: le città

turismo turchiaAd un paio di ore di volo dal grosso dei nostri aeroporti, la Turchia è una perla che abbiamo colpevolmente ignorato per moltissimi anni.

Centro nevralgico dell’Impero Ottomano, culla delle più importanti culture mediterranee, la Turchia è un paese poliedrico, che può offrire mete incredibili a ogni turista.

Le città

Un paese dalla storia così importante non può che avere da offrire alcune tra le più belle città del mondo. 

Istanbul

Nonostante sia stata spogliata del titolo di capitale dal fondatore della Turchia moderna – Mustafa Kemal Atatürk – Istanbul continua a dominare incontrastata la vita politica, economica e culturale del paese. Si estende, unica città al mondo, su due continenti, partendo dalla Tracia per arrivare dall’altra parte dello stretto.

Enorme, intensa, frenetica, Istanbul è una metropoli moderna che offre a chi la visita le sue mille facce, le sue mille contraddizioni, le mille culture che l’hanno attraversata.

Si parte ovviamente da Sultanahmet, centro della Istanbul ottomana e della Costantinopoli bizantina. Moschee, chiese, musei, rovine degli imperi che furono, palazzi, e la splendida cornice del Corno d’Oro, un porto naturale sulle cui sponde si sono sviluppate le culture che hanno più segnato la millenaria storia di questa incredibile città.

Al di là del Corno d’Oro la Istanbul levantina, quella costruita, organizzata e gestita un tempo dalle numerose colonie di europei che avevano scelto la capitale del Medio Oriente come centro dei propri affari.

Quando si cammina a Pera, quando si passeggia a Beyoğlu, la sensazione è quella di attraversare un pezzo della nostra storia, che ci eravamo tenuti colpevolmente nascosto.

Ma non finisce qui Istanbul, perché sul Bosforo, lo stretto più suggestivo del mondo, si sviluppano i suoi quartieri più caratteristici, quelli dove passano il tempo gli istanbulioti doc. Beşiktaş, Etiler e Bebek meritano sicuramente una visita, anche soltanto per assaporare come trascorrono la vita quelli che a Istanbul ci abitano.

A chiudere la panoramica su questa sterminata metropoli c’è il lato asiatico, quasi tutto racchiuso dentro la municipalità di Kadıköy. Bella da morire, con un incredibile vista sul mare che arriva fino alle isole di fronte a Istanbul, Kadıköy è forse il più europeo dei quartieri di Istanbul.

Tradizionalmente benestante, il lato est della vecchia Costantinopoli (che una volta era ancora Calcedonia) offre i suoi locali caratteristici a Moda, la via principale dello shopping a Bağdat Caddesi, un mare incredibile a Caddebostan. Parte di Istanbul troppo spesso ignorata, l’Asia è lì, a darvi il benvenuto, a soli 20 minuti di traghetto.

Izmir

Gavur Izmir, Smirne la straniera, la chiamano i Turchi. Si, la straniera, perché l’atmosfera e lo spirito di Izmir sono forse i più singolari dell’intera Turchia.

Profondamente segnata nell’aspetto e negli atteggiamenti, nei comportamenti e nella visione del mondo da greci, armeni, ebrei e più in generale europei che la abitavano massicciamente in epoca pre-repubblicana, Izmir offre, a chi si prenda la briga di raggiungerla, un incredibile spettacolo su uno dei golfi più belli del mediterraneo. Moderna, meno caotica di Istanbul, con una cultura propria. Izmir è la seconda tappa obbligata di chi può passare in Turchia più dei canonici 4 giorni di ponte.

Alsancak è il suo cuore pulsante. Quartiere chic, dove vivono quelli che a Izmir hanno fatto trovato la loro fortuna, Alsancak è a ridosso del litorale più bello dell’intero golfo di Izmir. Concedersi una cena di pesce, bagnata da raki e vini locali, è sicuramente qualcosa che da solo vale il prezzo del biglietto. 

Ovunque resti, palazzi, chiese e moschee che testimoniano la vivacità culturale di questo angolo di paradiso, che è cresciuto sempre di più, fino ad inglobare tanti dei piccoli centri circostanti.

Splendida in primavera, quando il caldo torrido dell’estate è ancora alle porte, Izmir è un must per chi ama le città di mare, per chi vorrebbe respirare un mediterraneo diverso ma altrettanto incredibile.

Ankara

Ankara è la capitale della Repubblica. Da piccolo centro in epoca greca e ottomana, questa città si è sviluppata in tempi recenti anche e soprattutto grazie all’arrivo del Parlamento, dei Ministeri e del cuore della Repubblica burocratica.

Città che a prima vista potrebbe avere poco da offrire, Ankara custodisce gioielli inimmaginabili. Nel cuore del suo vecchio centro, Ulus, sono conservati ancora in buono stato i bagni romani, e un tempio che Ottaviano Augusto volle per se proprio in questa città.A chiudere il triangolo magico della romanità la colonna di Giuliano l’Apostata, l’imperatore che provò senza successo a far tornare l’impero al paganesimo pre-cristiano.

Anche l’Ankara più moderna e più turca ha qualcosa da offrire ai viaggiatori. E’ proprio ad Ankara che riposa Atatürk, il fondatore della Turchia moderna, in un mausoleo (Anirkabir) imponente che domina la città sulla sua collina più alta.

Anitkabir è sicuramente da visitare, tanto per ossequiare una figura tanto importante per questo straordinario paese, tanto per godersi l’interessante architettura del mausoleo stesso e, perché no, dare una sbirciatina ai cimeli che il padre dei turchi ha lasciato in eredità.

Articoli che ci piacciono

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Inturchia.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons