Si può mettere la gonna senza problemi in Turchia?

gonna turchiaChi si preoccupa per il suo prossimo viaggio, soprattutto in un paese che ha una fede forte e diversa dalla nostra, può ovviamente sentire il bisogno di saperne di più quando si parla di abbigliamento.

Abbiamo già affrontato la problematica in diversi contesti, tenendo conto di quelle che sono le norme negli edifici sacri in Turchia, ed oggi parliamo di un altro capo di abbigliamento che potrebbe destare qualche sguardo indesiderato, ovvero la gonna.

La Turchia, come la abbiamo descritta sempre su queste pagine, è un paese molto moderno, soprattutto se contestualizzato all’interno dell’area mediorientale, ma quando si tratta di abbigliamento potrebbe esserci qualche problema di cui non teniamo conto, quindi meglio discutere la questione in modo approfondito.

Non ci sono problemi in senso generale

Chi ha una certa dimestichezza con la Turchia, e anche con le zone più remote del paese, sa bene che le donne amano indossare gonne (anche piuttosto corte) e che questo non è motivo di preoccupazione. Si tratta di un capo di abbigliamento più che accettato nel paese e che non desta più sopraccigli sollevati.

Nonostante il paese sembri essere diretto verso una stretta sui costumi, la gonna è ancora un capo di abbigliamento “intoccabile”, che oltre a essere molto apprezzato, è anche simbolo dell’indipendenza femminile delle donne turche.

Quindi per chi voglia visitare la città, i musei, i ristoranti e le altre attrazioni, non c’è assolutamente alcun tipo di problema: siamo davanti ad un capo di abbigliamento tra i più comuni.

Se si visitano moschee, meglio non andare in gonna

La moschea impone un codice comportamentale e di abbigliamento piuttosto rigidi, che riguardano sia le donne che gli uomini. Per questo motivo il nostro consiglio è, per evitare che vi sia vietato l’ingresso, di indossare un paio di pantaloni nei giorni in cui avete deciso di visitare una qualunque delle moschee del paese.

Si tratta di norme che sono in vigore anche nelle chiese italiane e questo non dovremmo viverlo come una restrizione alle nostre libertà personali. Siamo infatti davanti a quello che è un capo di abbigliamento che è  ritenuto non adatto ad un luogo di culto e a buon diritto. Comportatevi di conseguenza.

Articoli che ci piacciono

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Inturchia.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons