Terrorismo in Turchia: è pericoloso visitare il paese?

terrorismo in turchiaLa Turchia è un paese che ormai da diversi decenni combatte una guerra senza quartiere contro il terrorismo nazionale e internazionale.

Le notizie che più di frequente arrivano sulle pagine dei nostri quotidiani non sono confortanti, anche se la situazione, forse inutile ricordarlo al lettore più avveduto, non è esattamente come la presentano.

Terrorismo nazionale

E’ una questione sulla quale non ci addentreremo sulle pagine di questo magazine. Si tratta di una situazione politica e sociale piuttosto complessa, sulla quale invitiamo tutti ad informarsi.

Il problema è quello della convivenza pacifica tra i turchi (l’etnia dominante del paese) e i curdi (una minoranza di origine persiana). I problemi affliggono il paese da oltre 20 anni, e sono stati causa di un conflitto che continua a mietere diverse vittime.

Di attacchi alle principali città, soprattutto in passato, se ne sono contati molti, anche se la situazione si è andata via via normalizzando negli ultimi anni.

Terrorismo internazionale

La Turchia, limitrofa a paesi dove l’attività terroristica è più intensa, è stata in passato oggetto di attacchi sui civili, che non hanno risparmiati in alcuni casi le località turistiche più frequentate. Si tratta di problemi che affliggono il paese ormai da diversi anni, anche se le contromisure dell’esercito turco sono, a conti fatti, piuttosto efficaci.

E allora? E’ pericoloso?

Istanbul, Izmir, Antalya e più in generale le città nella parte più occidentale del paese sono piuttosto sicure, diciamo tanto quanto Roma. Discorso a parte va fatto per chi sta pensando di mettersi in viaggio verso le aree orientali del paese, dove i recenti conflitti con la Siria, rendono ancora oggi la situazione poco sicura.

Tenersi informati attraverso questo sito e anche attraverso Viaggiare Sicuri, il sito internet dedicato appunto ai rischi inerenti la sicurezza nei paesi esteri predisposto dal Ministero degli Esteri, è fondamentale. 

Potete dormire comunque sonni relativamente tranquilli. Gli episodi di attacchi indiscriminati sui civili sono minimi, e gli italiani, un po’ come più in generale avviene in tutto il Medio Oriente, sono piuttosto amati dalla popolazione, amore che li mette al riparo da atti sconsiderati di singoli che vogliono colpire i turisti stranieri.  

Articoli che ci piacciono

Loading...

4 commenti

  1. Solo un GRAZIE per il sito che curate. E’ davvero ottimo: chiaro, esaustivo, pieno di curiosità, divertente… Andrò ad Istanbul con i miei bimbi di 6 e 8 anni dal 26 dicembre al 2 gennaio. Terrò d’occhio il vostro sito!!!!

  2. Salve…ho appena prenotato una vacanza a Gumbet nel periodo centrale di Agosto con il mio fidanzato.
    Volevo sapere se c’è da preoccuparsi riguardo ad attacchi terroristici o comunque per la popolazione della zona. È il mio primo viaggio all’estero e voglio essere informata sulla zona e sapere a cosa vado incontro…sono un pò preoccupata sinceramente!
    Grazie in anticipo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Inturchia.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons