Tim Cook in Turchia: al via il programma Fatih

tim cook visita in turchiaL’amministratore delegato dell’azienda di prodotti tecnologici più importante al mondo è atterrato ieri all’aeroporto di Istanbul. Tim Cook, che ha raccolto le redini del prematuramente scomparso Steve Jobs, è sbarcato infatti nella capitale economica turca per incontrare il presidente Abdullah Gül.

Visita di cortesia? Niente affatto. In ballo c’è una commessa enorme per Apple, che dovrebbe essere la fornitrice del materiale tecnologico per il progetto Fatih, che punterebbe a far arrivare nelle scuole turche di ogni ordine e grado prodotti tecnologicamente all’avanguardia.

Si parla, per cominciare, di circa 75.000 iPad, che una volta entrato a regime il programma dovrebbero arrivare fino a ordini per 4 miliardi di dollari, per equipaggiare circa 70.000 classi con strumenti per l’insegnamento interattivo.

Non è la prima volta che Cook e Gül si incontrano. I due ebbero un appuntamento in America, durante una visita commerciale del presidente della Repubblica turca, durante la quale vennero messe sul tavolo alcune problematiche che i prodotti Apple riscontrano in Turchia.

Tra quelle più importanti la difficoltà di digitare testo, utilizzando un iPhone, in turco. Problema presto risolto da Apple con l’ultimo aggiornamento del suo sistema operativo mobile, iOS.

Nel frattempo Tim Cook dovrebbe anche visitare il primo Apple Store ufficiale in Turchia, aperto nel nuovissimo centro commerciale Zorlu Center, a pochissimi passi dal Bosforo e dove già i grandi marchi della moda mondiale hanno aperto una loro boutique.

Articoli che ci piacciono

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Inturchia.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons