Turchia: senza governo da un Mese

erdoganLe elezioni dello scorso Giugno hanno gettato la Turchia, paese molto stabile durante gli ultimi 15 anni, in una sorta di caos governativo, dato che il risultato che è uscito dalle urne non ha dato indicazioni chiare di maggioranza.

L’alternativa, almeno a urne fresche, si pensava potesse essere quella di un governo di coalizione, ma l’estrema litigiosità dei partiti turchi non ha permesso di creare un’alleanza per la formazione di un governo e il paese si trova, da più di un mese ormai, senza una guida politica ed esecutiva.

Vittoria a metà dell’AKP

La vittoria dell’AKP è stata sicuramente a metà perché, nonostante si sia confermato partito di maggioranza in Turchia, ha ottenuto circa il 10% in meno delle preferenze rispetto alla precedente tornata elettorale. Si tratta di un grande flop per un partito che sembrava essere saldamente al comando del paese e che sembra aver perso decisamente appeal da quando il Presidente della Repubblica in carica, Recep Tayyip Erdogan, non può più proporsi come Primo Ministro.

La quantità di seggi ottenuti è stata troppo bassa per pensare di poter governare da soli e quindi è partita la ricerca, pare inconcludente, di un partner per mettere su un governo.

Gli altri partiti di minoranza

In realtà anche gli altri partiti di minoranza avrebbero potuto provare a mettersi insieme per mettere su un governo. Si tratta di un’opportunità che è morta sul nascere, in quanto l’estrema litigiosità dei due partiti agli estremi dell’arco parlamentare turco hanno portato ad una situazione di stallo, che si è poi risolta nell’incapacità, anche a livello di minoranza, di formare un governo.

Probabilmente nuove elezioni

Con ogni probabilità si andrà a nuove elezioni, dato che la situazione di stallo sembra assolutamente totale e non sembra ci sia alcun tipo di possibile accordo o tra AKP e partiti dell’opposizione o tra i partiti stessi dell’opposizione.

Nuove elezioni che potrebbero avvantaggiare l’AKP che, almeno secondo gli analisti, si è mostrato più propenso alla soluzione del problema, andando a sondare più e più volte il terreno per la possibilità di formare, comunque, un governo di coalizione. Staremo a vedere, perché in Turchia i risultati delle politiche riescono quasi sempre a lasciare chi commenta a bocca completamente aperta.

Articoli che ci piacciono

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Inturchia.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons