Vacanza in Turchia Low-Cost: i consigli di chi ci vive

istanbul low costLa Turchia riserva, per molti turisti, qualche brutta sorpresa a livello di prezzi. Se i paesi limitrofi garantiscono vacanze da pascià a pochi spiccioli, la Turchia, e soprattutto Istanbul, potrebbero non essere quel paradiso low-cost che in molti si aspettano.

Siamo lontani ancora dai costi incredibili di alcune capitali o location esclusive europee, ma anche ad Istanbul, se non si sta attenti, si rischia di uscire da ristoranti, hotel e luoghi di svago con conti particolarmente salati.

Vediamo insieme come godersi questo splendido paese senza spendere un occhio della testa.

Gli alcolici costano carissimo

Se il posto dove state banchettando non vi offre un menù delle bevande alcoliche, invitandovi a scegliere da una lista comunicata a voce, chiedete i prezzi. Gli alcolici sono molto cari in Turchia (costano anche il doppio rispetto all’italia). Anche quelli prodotti nel paese hanno spesso costi da capogiro, anche nel caso in cui si tratti del semplice, seppur ottimo rakı (non sai cos’è il rakı? Eccoti la nostra guida).

I trasporti costano poco

Non abbiate paura, soprattutto se nonostante i prezzi abbiate deciso di bere forte, di tornare in hotel in taxi. I taxi costano molto poco, soprattutto se paragonati agli omologhi italiani. In genere con poche lire ci si riesce a farsi accompagnare in hotel o nel posto che vogliamo raggiungere.

I tassisti sono furbi

Anche qui però deve valere l’avvertenza che vale in ogni posto del mondo. Il tassista conosce la città e voi no, e farvi arrivare a destinazione facendo delle non necessarie deviazioni è pratica comune anche a Istanbul. Non abbiate paura di sembrare malfidati. Chiedete sempre al tassista una quotazione del vostro viaggio prima di salire. E’ facile, basta chiedere: ne kadar?

Il gran bazar? Trattate!

In Turchia si tratta praticamente su tutto, e la stessa regola vale per il Gran Bazar. Se avete adocchiato qualche manufatto o magari qualche splendido tappeto, non abbiate paura di trattare, anche forte. Portare a casa sconti del 30% sul prezzo inizialmente proposto è alla portata di tutti, e scusateci se è poco.

Mangiare low-cost a Istanbul

I prezzi in Turchia sono sempre ben esposti, anche nelle località turistiche. Non crediate di mangiare meglio solo perché il posto che avete scelto costa di più. Spesso si tratta di truffe, e lo stesso identico piatto di polpette venduto alla metà a pochi passi, vi verrà servito a prezzi stratosferici.

Non mangiare italiano

La voglia di pizza è tanta? Non riuscite a stare senza spaghetti? Aspettate di rientrare in Italia. Pasta, pizza e più in generale i piatti venduti da ristoranti italiani o sedicenti italiani sono estremamente altri. Si arriva a spendere facilmente una cifra superiore ai 20€ a persona con una pizza e una birra. Sarete per opaco a Istanbul: approfittatene per assaggiare la straordinaria cucina turca.

Si può visitare Istanbul senza spendere un occhio della testa?

Certo che si può, basta stare attenti e seguire i consigli che vi abbiamo dato. Non è una città carissima come quelle europee, ma con centinaia di migliaia di turisti che ogni anno visitano questo straordinario paese è anche normale che qualcuno, come si usa dalle parti nostre, voglia farci la cresta.

Articoli che ci piacciono

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Inturchia.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons