Viaggiare in Turchia dopo il Colpo di Stato è sicuro?

turchia-golpeLa Turchia continua ad essere un luogo che, nonostante i recenti problemi, occupa un posto importantissimo nell’immaginario dei turisti italiani. In molti, dato soprattutto il fatto che negli ultimi mesi si sono susseguiti eventi piuttosto preoccupanti, come alcuni degli attentati e soprattutto il tentativo di Colpo di Stato, si stanno chiedendo se sia sicuro viaggiare in Turchia per quello che rimane del 2016 e per il 2017.

Vediamo insieme di darci risposte che non siano però allarmistiche, ma che si basino sui fatti concreti che possiamo analizzare, contando anche il fatto che la redazione di InTurchia attualmente vive in Turchia e può darvi notizie di prima mano in questo senso.

La situazione è tornata alla normalità assoluta

La situazione, soprattutto nelle grandi città e nelle località turistiche, è tornata alla più assoluta normalità. Anche il flusso di arresti sembra essere arrivato al termine e, dunque, la vita è ripresa proprio come la si era lasciata prima del tentativo di Colpo di Stato.

Le scuole hanno riaperto, le attività economiche hanno ripreso a lavorare e anche il turismo sta vedendo la tanto attesa luce in fondo al tunnel.

L’organizzazione che ha portato al tentativo di golpe sembra inoltre essere stata completamente smantellata, senza che ci siano più rischi di un ulteriore tentativo di Colpo di Stato, con i vertici dell’esercito che sono stati azzerati e che sono stati rimpiazzati già da uomini di fiducia del presidente.

Occhio alle manifestazioni e allo stato di emergenza

Continua comunque a permanere lo stato di emergenza che è stato dichiarato all’indomani del golpe e che verrà probabilmente rinnovato dal Parlamento per ulteriori 3 mesi alla sua scadenza naturale. Durante lo stato di emergenza, però, non sembra che ci siano stati particolari problemi per gli stranieri e per i turisti più in generale.

Le autorità turche si stanno invece preoccupando di tornare a fornire un clima e un ambiente che siano consoni con le vacanze, invitando gli stranieri a fare di nuovo ingresso nel paese a scopi turistici.

La nostra opinione è pressoché la stessa: è il momento di tornare in Turchia senza troppe preoccupazioni, cercando di evitare gli assembramenti e gli edifici sensibili, come le Ambasciate, così come faremmo, dispiace dirlo, in qualunque capitale o grande città europea.

Articoli che ci piacciono

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Inturchia.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons