Visitare Ankara: Anitkabir

AnitkabirAnitkabir (in turco vuol dire il memoriale – mausoleo) è la tomba che la Repubblica Turca ha dedicato a Mustafa Kemal Atatürk, padre della patria e figura onnipresente sui muri dei negozi, delle scuole, delle banche e degli edifici governativi.

Il mausoleo è stato ultimato nel 1953, dopo 9 anni di lavori sotto la direzione di Emin Onat, che si è aggiudicato il progetto in una competizione internazionale che ha visto partecipare oltre 40 altri progetti provenienti da tutto il mondo.

Si tratta di un complesso storicamente, politicamente e artisticamente interessante, in quanto custodisce le spoglie dell’uomo più importante della storia della Turchia moderna.

Dove si trova?

Anitkabir si trova a Anittepe, molto vicino al centro della città, su una collina che domina la capitale e che è visibile da ogni angolo della città. Per raggiungerla dovrete o utilizzare la metro Ankaray, e scendere alla fermata Tandoğan, oppure prendere un taxi dal centro, che non dovrebbe comunque costare più di 10-15 TL.

Quanto costa entrare e orari di apertura

Anitkabir è aperto dalle 9 del mattino fino alle 17 (in inverno invece chiude alle 16). L’ingresso è libero così come sono gratuite tutte le sezioni dell’enorme museo ivi contenuto.

Dopo il controllo di rito alle vostre borse, verrete accompagnati in cima alla collina da un bus navetta che allieterà il viaggio con un piccolo corto in inglese che vi spiegherà un po’ quello che andrete a vedere.

Cosa c’è da vedere

Anitkabir è un mausoleo monumentale, di grandi dimensioni e che contiene al suo interno tanti interessantissimi cimeli sulla guerra di indipendenza, sulla vita di Atatürk e sulla storia della Turchia.

L’ingresso: la strada dei leoni

A testimoniare una storia che dagli Ittiti arriva fino ai turchi moderni, il grande viale di ingresso ad Anitkabir è costellato di leoni in stile ittita. Sono 250 metri di camminata su un bellissimo viale, durante il quale potrete incontrare 12 coppie di leoni, con le quali in genere i turisti gradiscono scattarsi una foto.

Il pavimento è molto scomodo: tra una pietra e l’altra ci sono circa 5 centimetri: lo hanno voluto così i progettisti, per garantire che chi si avvicinasse al mausoleo di Atatürk lo facesse con il dovuto rispetto.

La piazza del cerimoniale

La grande piazza che troverete alla fine della strade dei leoni si trova a pochi metri dal mausoleo vero e proprio, e costituisce il centro delle varie sezioni dell’enorme complesso. Tutto intorno a voi potrete visitare torri, edifici e gallerie che contengono musei e rappresentazioni che riguardano principalmente la guerra di indipendenza.

La torre dell’Indipendenza

E’ la torre con il rilievo di un giovane soldato che impugna una spada con entrambe le mani, con un aquila che lo attende dietro una roccia. L’aquila rappresentava per i Selgiuchidi forza e indipendenza, e il giovane soldato rappresenta la Turchia che difende la sua di indipendenza.

La statua delle donne

Proprio di fronte alla torre dell’Indipendenza potete trovare una statua che rappresenta tre donne in abiti tradizionali.

Le due donne di lato tengono una sorta di cornucopia, che rappresenta la ricchezza del paese, mentre quella al centro tiene le sue mani aperte, chiedendo la grazia di Dio per il padre della patria. Un’altra piange, rappresentando la sofferenza del paese per aver perso la sua guida.

La torre della libertà

La torre della libertà vi sarà segnalata da un angelo e un cavallo rampante. L’angelo rappresenta la libertà, ed impugna la dichiarazione di indipendenza della Turchia. Lo stesso vale per il cavallo, che rappresenta libertà e assenza di vincoli.

La statua degli uomini

Oltre alle donne sono rappresentati in gruppo anche degli uomini. Quello sulla destra, che ha un elmo, rappresenta un soldato turco. Quello a sinistra, con un libro, i giovani intellettuali. Dietro di questi un contadino, secondo Atatürk il fondamento di una nazione libera.

La torre di Mehmetçik

Mehmetçik è un nomignolo affettuoso che i turchi rivolgono ai soldati. Il rilievo rappresenta un soldato che abbandona casa per andare in guerra, con di fronte a lui una madre triste ma orgogliosa di consegnare un figlio alla patria. In questa torre troverete il negozio di libri e souvenir.

La tomba vera e propria

Il corpo di Atatürk è custodito in quello che è l’edificio principale dell’intero Anitkabir. Si tratta di quel tempio moderno che troverete alla fine delle scale. Potrete entrare, ma non avrete modo di vedere il feretro se non attraverso una telecamera.

E’ infatti custodito in una loggia sotterranea, vegliato ventiquattro ore su ventiquattro da un gruppo di soldati. E’ un grande onore per i soldati essere scelti a far parte della guardia di Ataturk.

Articoli che ci piacciono

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Inturchia.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons