Trasferirsi in Turchia: una guida ai pro e ai contro

Istanbul di pomeriggioCon la crisi che continua a mordere in Italia, sono sempre di più quelli che pensano di fare le valigie e partire verso nuovi Paesi. Tra questi la Turchia è riuscita a guadagnarsi un po’ il centro dell’attenzione: il paese cresce, Istanbul e Izmir sono due splendide città e spesso si rimane folgorati dalla cultura, dalle tradizioni, dalla cucina e dal buon cuore delle persone che ci vivono.

Ma è davvero tutto rosa e fiori come sembra? Oppure prima di trasferirsi in Turchia per Lavoro c’è qualcosa da sapere? Cercheremo di esporvi il vostro punto di vista, quello di chi nel paese vive e lavora.

No, non siamo ancora in Europa

Istanbul è sicuramente una città cosmopolita, dove tutti o quasi gli stili di vita sono ampiamente tollerati e dove tendenzialmente c’è ospitalità per tutti. Questo però non vuol dire che si vive secondo gli standard (alti se paragonati a quelli turchi) europei. Buona parte della città vive in condizioni di povertà, e a meno che non si decida di vivere solo nel triangolo expat Taksim-Cihangir-Pera, prima o poi con queste realtà dovrete fare i conti. C’è una Istanbul molto meno romantica che vi aspetta fuori dai confini del giro turistico.

Trovare lavoro è facile ma…

Trovare lavoro in Turchia è facile, almeno per gli italiani che sanno fare qualcosa. Questo però non vuol dire che si lavori secondo gli standard europei: gli orari di lavoro sono più elastici, nel senso che difficilmente si guadagna la via di casa prima delle 7, 7 e mezza. Si lavora di più e se c’è bisogno anche durante i week-end. È un paese che sta sicuramente crescendo, ma rompendosi la schiena, non con le chiacchiere alla çay evi.

Le procedure per la residenza e il permesso di lavoro sono diventato più difficili

Se prima si poteva fare dentro e fuori e rinnovare il visto automaticamente, oggi si deve passare per una procedura burocratica che non è delle più agili e non è delle più economiche. Servono grosso modo circa 6.000$ da mostrare alla polizia e circa 500$ da spendere per il primo permesso di soggiorno. Avrete bisogno di un affitto a voi intestato e di altri documenti. Non è impossibile, come spieghiamo in questo articolo, ma va comunque messo in conto prima di partire.

Istanbul: traffico, pessima acqua e pessima aria

Vivere a Istanbul può essere romantico quanto volete, ma non se vi dovrete spostare in macchina per guadagnare il pane. Le maggiori arterie della città sono infatti tutte assolutamente ostruite dal traffico, ormai a qualunque ora del giorno e della notte.

Articoli che ci piacciono

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Inturchia.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons