Istanbul, cosa vedere a tutti i costi

visitare istanbulIstanbul, metropoli enorme, già in epoca medievale e ottomana aveva una serie incredibile di attrazioni e di monumenti che attraevano, sin da allora, viaggiatori dall’Europa.

Oggi la situazione non è cambiata, anzi: l’offerta si è fatta ancora più importante, motivo per il quale ci siamo sentiti di prepararvi un piccolo vademecum del turista a Istanbul, raccogliendo quei posti che, nell’ottica di un viaggio più articolato, devono comunque costituire passaggi obbligati. Vediamoli insieme.

1. La moschea blu / Sultanahmet

La moschea blu di Sultanahmet è uno dei simboli di Istanbul più conosciuti in tutto il mondo. Si tratta di un enorme complesso destinato alla preghiera dei fedeli musulmani, che continua ad operare ancora oggi come luogo di culto. Per questo motivo è aperta tutti i giorni e non sono previsti biglietti per l’ingresso. Quello che ci preme ricordarvi però è che si tratta di un luogo di culto e come tale dovrebbe essere trattato. Se non sapete come comportarvi in una Moschea, abbiamo preparato uno speciale per voi [leggi qui].

2. Dolmabahçe

Si tratta dell’ultimo palazzo che fu costruito ed utilizzato dagli Ottomani come centro del loro potere. Si trova proprio sul Bosforo, all’altezza di Besiktas, ed è in aggiunta il luogo dove perse la vita il fondatore della Turchia moderna, Mustafa Kemal Atatürk. Anche in questo caso si tratta di una visita obbligata. È aperto tutti i giorni tranne il lunedì e il sabato dalle 09:00 alle 16:00.

3. La cisterna

La cisterna altro non è che appunto il luogo dove i bizantini raccoglievano l’acqua da distribuire poi alla città. Si tratta di un palazzo con un enorme colonnato sotterraneo, che è di grandissimo interesse non solo per chi ama l’architettura, ma anche per chi vuole fare un tuffo nel passato bizantino della città. Si trova a Sultanahmet e può essere visitata tutti i giorni dalle 09:00 alle 17:30. Costo di ingresso 10 lire turche. [Per saperne di più ecco il nostro speciale]

4. Il gran bazar

È uno dei più grandi mercati coperti del mondo e attrae ogni giorno decine di migliaia di turisti. Il motivo? Ci si può trovare praticamente tutto quello che riteniamo caratteristico della Turchia: tappeti, lavorazioni in bronzo e in argento, set da tè e da caffè, asciugamani in cotone turco, pashmina e tanti altri oggetti che fanno la felicità di chi vuole fare un po’ di shopping tradizionale a Istanbul.

5. Santa Sofia

Quella che fu una basilica ortodossa e poi una moschea e che oggi per volere del fondatore della Turchia moderna è diventata museo, è una bellissima chiesa che per secoli è stata la più grande del mondo. Incredibili mosaici, splendide volte sembrano volerci invitare a un tuffo nel passato più antico di Bisanzio. Assolutamente da visitare.

6. Topkapi: il palazzo degli imperatori

Prima che la corte venisse spostata a Dolmabahçe, era da qui che gli ottomani governavano il loro enorme impero. Si tratta di un palazzo in stile ottomano, fatto di diverse strutture che ospitavano non solo la famiglia imperiale, ma anche la corte dei ministri e degli aiutanti, nonché l’harem privato del sultano. Si può visitare tutti i giorni escluso il lunedì, dalle 09:00 alle 17:00. Il costo di entrata è di 20 lire turche.

7. La torre di Galata

La torre di Galata ha dominato per secoli lo skyline di Istanbul ed è, per gli italiani, anche un edificio decisamente familiare. Si tratta infatti di una costruzione portata avanti dalle colonie genovesi, che poi passo nelle mani degli ottomani successivamente alla conquista della città da parte degli Ottomani. Assolutamente da visitare, anche per l’incredibile vista che offre dalla sua sommità. Si può entrare dalle 09:00 alle 20:00: costo 10 lire turche.

Articoli che ci piacciono

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Inturchia.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons